I RIMEDI OMEOPATICI

Causticum

Il rimedio omeopatico Causticum, ovvero l’idrato di potassio, si ottiene da un processo molto complesso in cui avviene una “fusione” di minerali ed elementi chimici diversi: calce spenta, bisolfato di potassio e acqua. Fu prodotto e sperimentato agli inizi del XIX secolo da Hahnemann, il quale notò che questo rimedio provocava una sensazione astringente e un sapore piccante sotto la lingua.

Causticum: origine e preparazione del rimedio

La sostanza base del rimedio, come già anticipato, è la polvere di calce: in un mortaio di porcellana vengono mescolati circa 60 g di questa polvere con bisolfato di potassio e acqua bollente fino ad ottenere una pasta che viene in seguito distillata con uno specifico procedimento. Il distillato prodotto contiene il Causticum concentrato che, infine, viene preparato alla giusta potenza.

 

Causticum si presenta come un liquido incolore e limpido come l’acqua, dal sapore  astringente. Si congela alle basse temperature, ha degli effetti caustici ed è in grado di favorire i processi putrefattivi nei tessuti animali.

Causticum: rimedio omeopatico

Causticum è un rimedio omeopatico utilizzato soprattutto per la paralisi o la debolezza dei nervi e dei muscoli di vescica, laringe, corde vocali, palpebre superiori o parte destra del viso. I casi di paralisi vescicale provocano enuresi soprattutto se il paziente hafreddo. La donna Causticum soffre di perdite di urina quando starnutisce, tossisce, cammina o si soffia il naso.

 

Causticum svolge la sua azione principalmente su:

  • sistema nervoso;
  • muscoli;
  • tessuti fibrosi;
  • cute;
  • mucose.

E viene utilizzato soprattutto nei seguenti casi:

  • insufficienza dello sfintere vescicale;
  • deformazioni articolari accompagnate da ipoestesia paralitica degli arti e rigidità articolare;
  • tosse cavernosa;
  • dolori da intensa flogosi congestizia delle mucose;
  • rigidità dei muscoli cervicali e lombari;
  • enuresi notturna;
  • pirosi durante la gravidanza;
  • laringite;
  • reumatismi;
  • incontinenza da stress.

Il tipo costituzionale Causticum

Il tipo costituzionale Causticum viene solitamente descritto come di seguito. Presenta occhi e capelli scuri, carnagione olivastra.

 

Si tratta perlopiù di persone deboli e rigorose che risentono delle conseguenze di un dolore e partecipano alle sofferenze degli altri. Sono soggetti freddolosi che possono soffrire di verruche intorno alle unghie, sulle palpebre, sul viso e sul naso.

 

Inoltre sono diffidenti verso gli altri, hanno impulsi collerici ma anche grandi slanci di affetto. Sono caratterizzati anche da  un’ansia imprecisa, detta anche “ansia fluttuante”, e spesso soffrono di attacchi di panico.

 

Ecco quali sono le loro caratteristiche cliniche:

 

Sintomi mentali:

  • depressione associata a irritabilità;
  • debolezza mentale;
  • ansia e agitazione;
  • sonno impedito (bambini con paura del buio);
  • angoscia per disgrazia imminente;
  • ipersensibilità verso i guai altrui;
  • sospettoso, critico, fino alla cattiveria.

Sintomi generali:

  • astenia in 3 fasi (debolezza, paresi, paralisi);
  • sensazione di scorticatura;
  • sensazione di ustione;
  • sensazione di dolori laceranti parossistici.

Sintomi locali:

  • apparato respiratorio: tosse secca con perdita di urine, ipofonia, paralisi difteriche;
  • apparato neuro-muscolare: irritazione, spasmi, problemi neurologici (post-zoster), corea, vertigini, atassia-tabe, paralisi, postumi paresi (da ictus), sclerosi a placche, paralisi nervi motori;
  • apparato genito-urinario: incontinenza (bimbi e vecchi),tenesmo vescicale, ipertrofia prostatica, dismenorrea nelle donne e impotenza negli uomini;
  • occhio: ptosi palpebrale, strabismo, diplopia, astenopia, verruche palpebra superiore;
  • orecchio: notevole accumulo di cerume, acufeni, ipoacusia/sordità;
  • naso: accumulo croste;
  • apparato locomotore: reumatismi, retrazioni tendinee, sclerosi, contratture temporanee e permanenti;
  • apparato digerente: pirosi, sete, meteorismo, sensazione di bruciore.

I sintomi di questo soggetto si aggravano con il vento freddo e secco, di sera e dopo uno sforzo. Migliorano invece con le bevande fredde, con il caldo e lavandosi.

Scopriamo i rimedi fondamentali della Medicina Omeopatica

VUOI CONOSCERE ALTRO SUL MONDO DELL'OMEOPATIA?
ALLORA CONTINUA A LEGGERE!

Curarsi con l'Omeopatia

Viaggio nell'Omeopatia

Hai letto l'ultimo articolo?

Hai letto l'ultimo articolo?

11.04.18

29.01.18

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vuoi essere avvisato ogni mese sulle uscite dei nuovi numeri
del fumetto o sugli ultimi tutorial pubblicati? Allora che aspetti, iscriviti!

IMO S.p.a. | Via Firenze, 34 – 20060 Trezzano Rosa (MI) | Partita Iva: 00714820156 | Credits: Digital for Business