I PIONIERI DELL'OMEOPATIA

Costantin
Hering

1800-1880

Costantin Hering nacque a Oschatz, in Germania. Era il 1 gennaio del 1800 e in quel periodo la medicina omeopatica si era già sviluppata e diffusa grazie alle sperimentazioni di professionisti quali Cristian Samuel Hahnemann. Hering è riconosciuto come il pioniere dell’Omeopatia in America, oltre ad essere stato il primo a sperimentare il principio del Lachesis come cura omeopatica.

 L’incontro di Hering con la medicina Omeopatica

Anche Hering, come i suoi illustri predecessori, non si interessò da subito allo studio dell’Omeopatia. Egli si iscrisse alla Facoltà di Medicina a Lipsia dove, essendo un promettente studente, gli fu affidato da un noto chirurgo, il dr.Robbi, il compito di scrivere un libro contro l’eresia delle teorie omeopatiche promulgate da Hahnemann.

Fu, in realtà, l’occasione per Hering di conoscere e scoprire le potenzialità della Medicina Omeopatica.

Egli, per dimostrare l’infondatezza dei principi dell’Omeopatia, decise di verificare l’attendibilità delle sperimentazioni del medico tedesco provando lui stesso l’effetto della corteccia di China, proprio come fece Hahnemann a suo tempo. Attraverso questo test, si convinse della correttezza delle teorie di Hahnemann e iniziò ad approfondire lo studio dell’Omeopatia.

Come spesso succedeva a quel tempo, il cambio di rotta di Hering fu vigorosamente osteggiato dalla classe medica e si trovò abbandonato da molti suoi colleghi.

La scoperta dei principi dell’Omeopatia

L’evento che lo spinse definitivamente ad abbracciare le teorie omeopatiche fu una ferita alla mano che si procurò durante un’autopsia e che, a causa di una cura sbagliata, sfociò in una grave infezione. In seguito al peggioramento di salute dell’arto, i chirurghi suggerirono l’amputazione, ma l’intervento del giovane omeopata Kummer scongiurò questo pericolo.

Kummer gli propose una cura omeopatica tramite l’assunzione di Arsen e, dopo solo tre giorni di trattamento, l’infezione iniziò a guarire. Dopo questa vicenda, Hering divenne un convinto sostenitore della Medicina Omeopatica che iniziò a studiare e a sperimentare durante gli studi all’Università.

Questo cambio di pensiero suscitò attacchi e dissensi nell’ambiente universitario e, in poco tempo, egli fu costretto ad abbandonare Lipsia e trasferirsi nella città di Würzburg, dove concluse gli studi nel 1826.

Subito dopo la laurea entrò all’Istituto Pedagogico Blochmannschen di Dresda in qualità di professore di matematica e botanica.

Il viaggio in America

Uno dei passaggi più importanti della vita di Costantin Hering fu il suo viaggio in America.

Egli ottenne un aiuto finanziario da parte del Governo tedesco e decise di trasferirsi presso un amico in Suriname, per approfondire gli studi in Scienze.

Iniziò da qui un lungo percorso oltreoceano che gli assicurò crescita professionale e molte soddisfazioni anche nel campo dell’Omeopatia, che non smise mai di approfondire, contestualmente agli studi scientifici.

Nel 1828 sperimentò su di sé, a potenze sempre più alte, il veleno dei serpenti: dai suoi resoconti patogenetici nascerà il principio omeopatico del Lachesis.

Nel 1833 decise di lavorare instancabilmente per il miglioramento e la divulgazione della Medicina Omeopatica negli Stati Uniti. Si trasferì, quindi, dal Suriname a Philadelphia dove fondò The North American Academy for Homeopathic healing e il Hahnemann Medical College, Università nella quale insegnò Farmacologia Omeopatica fino al 1869. Parallelamente svolgeva la sua attività professionale anche nel suo studio medico e, ogni sabato sera, apriva la sua casa ai giovani medici studenti allo scopo di insegnare loro l’Omeopatia.

Gli scritti di Hering

Si può ben capire, quindi perché Hering si aggiudicò il titolo di padre fondatore dell’Omeopatia in America.

Hering pubblicò diversi libri che ancora oggi sono annoverati fra i grandi classici della Letteratura Omeopatica:

  • Der homöopathische Hausarzt (1835)
  • American drug provings (1853-57)
  • Analytical Therpeutics (1875)
  • The Guiding Symptoms of our Materia Medica (1876)
  • Condensed Materia Medica (1877-1879)

Nelle sue opere si respirano la precisione dello scienziato e la perseveranza di un uomo che ha dedicato la sua vita a tale materia. La sua famosa legge del 1865 rappresenta un principio cardine per il mondo dell’Omeopatia: Ogni guarigione comincia dall’interno e procede verso l’esterno, dalla testa verso il basso, e in ordine inverso da com’erano apparsi i sintomi della malattia”.

Sulla scia delle intuizioni di Hahnemann, interpretò le modalità di direzione del dinamismo vitale dell’organismo malato. Questa teoria prende oggi il nome di “Legge di Hering” o “Legge della Guarigione” e descrive le modalità di direzione della forza vitale nella malattia da acuta a cronica e viceversa.

 

Hering morì di infarto nel 1880, praticando fino a poche ore prima la sua amata scienza.

Conosciamo le origini della disciplina e la storia dei grandi Maestri

VUOI CONOSCERE ALTRO SUL MONDO DELL'OMEOPATIA?
ALLORA CONTINUA A LEGGERE!

1932

1880 - 1963

1919

Curarsi con l'Omeopatia

I Rimedi Omeopatici

Hai letto l'ultimo articolo?

Hai letto l'ultimo articolo?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vuoi essere avvisato ogni mese sulle uscite dei nuovi numeri
del fumetto o sugli ultimi tutorial pubblicati? Allora che aspetti, iscriviti!

IMO S.p.a. | Via Firenze, 34 – 20060 Trezzano Rosa (MI) | Partita Iva: 00714820156 | PrivacyCookie Policy | Credits: Digital for Business