I RIMEDI OMEOPATICI

Allium cepa

Il rimedio omeopatico Allium cepa viene ricavato dalla cipolla rossa, una delle più antiche piante coltivate nella storia dell’umanità. Questo rimedio è molto utile in caso di tosse e raffreddore e per curare le coliche nei bimbi. Allium cepa è anche ritenuto anche un ottimo diuretico, utile contro la ritenzione idrica e nel contrastare manifestazioni infiammatorie che coinvolgono le vie urinarie.

Allium cepa: il rimedio omeopatico derivato dalla cipolla rossa

La cipolla, conosciuta nel mondo orientale per le sue proprietà curative, è una delle più antiche piante coltivate.
Al suo interno contiene un olio volatile che stimola le ghiandole lacrimali e le mucose delle vie respiratorie superiori, provocando lacrimazione e secrezione nasale. Il rimedio omeopatico, ricavato dalla cipolla rossa, agisce esattamente al contrario.

 

La sua coltivazione è antichissima, risale infatti agli antichi Egizi e oggi è coltivata in tutto il mondo. Per gli Egizi, che la utilizzavano per curarsi, la cipolla era oggetto di culto: pensavano, infatti, che gli strati concentrici del bulbo simboleggiassero l’universo.
In passato, inoltre, era abitudine curare otiti e raffreddori appendendo collane di cipolle alle orecchie e al collo, in modo da poter utilizzare i vapori dei principi attivi.

 

Oggi si usa soprattutto come alimento e condimento, ma anche a scopo terapeutico.

La cipolla, o Allium cepa, contiene:

  • flavonoidi;
  • proteine;
  • acqua per il 92%;
  • 0,1% di grassi;
  • vitamine (A, B1 e B2, C ed E);
  • sali minerali (calcio, ferro, fosforo, magnesio e manganese).

Al suo interno è presente anche la glucochinina, ormone vegetale che fornisce un aiuto naturale nel contrastare il diabete.

Allium cepa: rimedio omeopatico

L’Allium cepa è un rimedio omeopatico ad azione breve ottenuto dalla tintura madre della cipolla rossa. Viene tradizionalmente utilizzato per la cura di:

  • disturbi con dolori brucianti e nevralgici che si espandono da una parte all’altra del corpo o in presenza di secrezioni profuse, dolorose, acquose e di colore chiaro;
  • raffreddore da fieno con lacrimazione abbondante, starnuti e secrezioni nasali che irritano il labbro superiore e le narici;
  • nevralgie folgoranti associate al mal d’orecchie nei bambini;
  • laringiti con raucedine;
  • tossi con sensazione di gola lacerata;
  • ritenzione idrica;
  • cistite.

Viene sconsigliato, in quanto incompatibili, l’impiego di Allium cepa insieme all’Aloe e all’Allium sativum. Una reciproca azione rinforzante deriverebbe invece dall’impiego di Phosphorus, Pulsatilla e Thuja.

Allium cepa e raffreddore

Il raffreddore è un disturbo molto comune, tipico dei periodi dell’anno in cui si verifica il cambio di stagione, Si tratta di una rinofaringite generalmente non grave, che colpisce le prime vie respiratorie e in particolare il naso e la gola . I sintomi del raffreddore comune comprendono starnuti, produzione abbondante di muco, congestione nasale; catarro e mal di gola; tosse; mal di testa; sensazione di stanchezza. Si tratta della malattia umana più comune: colpisce gli adulti in media 2-4 volte l’anno e i ragazzi in età scolare fino a 12 volte l’anno.

 

In caso di raffreddore i rimedi omeopatici possono essere impiegati sia quando si manifestano i primi sintomi sia quando il disturbo è in fase avanzata.
Nello specifico il rimedio omeopatico Allium cepa viene impiegato nel secondo caso, quando la secrezione nasale è profusa, acquosa e corrosiva tanto da irritare il naso e il labbro superiore.
Inoltre, questo rimedio è particolarmente utile nei bambini, quando un raffreddore profuso si estende ai bronchi  con un’abbondante produzione di un muco particolarmente “rumoroso”.

Allium cepa: tipo costituzionale

I soggetti Allium cepa presentano le seguenti caratteristiche cliniche:

 

Sintomi locali:

  • corizza chiara, abbondante, sensazione della mucosa nasale escoriata. Lacrimazione non irritante;
  • sensazione di escoriazione laringea;
  • coliche per aver preso freddo o essersi bagnati i piedi. Diarrea notturna;
  • nevriti lancinanti, specie postchirurgiche;
  • flebite puerperale. Linfangite arti superiori.

Per quanto riguarda invece le modalità del soggetto, si hanno le seguenti caratteristiche:

  • aggravamento dei sintomi: col calore della camera, con l’umidità;
  • miglioramento dei sintomi: all’aria aperta, con il movimento;
  • lateralità: da sinistra a destra;
  • cause: vento freddo e umido, cambi stagione, piedi bagnati, pesce marcio, resezione nervi.

 

Fonti

Geddes N. – Lockie A., Il libro completo della Omeopatia, Milano, Mondadori, 1998

 

Prof. Dott. Chiriacò D., Corso di Omeopatia – Centro Omeopatico Italiano Ippocrate – CSOA- IMO

 

Demarque D. – Jovanny J. – Poitevin B. – Saint-Jean Y., Farmacologia e materia medica omeopatica, Tecniche Nuove, 1999

 

Trapani G. – Zanino L., Nozioni essenziali di materia medica omeopatica, Tecniche Nuove

 

Scopriamo i rimedi fondamentali della Medicina Omeopatica

VUOI CONOSCERE ALTRO SUL MONDO DELL'OMEOPATIA?
ALLORA CONTINUA A LEGGERE!

Curarsi con l'Omeopatia

Viaggio nell'Omeopatia

Hai letto l'ultimo articolo?

Hai letto l'ultimo articolo?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vuoi essere avvisato ogni mese sulle uscite dei nuovi numeri
del fumetto o sugli ultimi tutorial pubblicati? Allora che aspetti, iscriviti!

IMO S.p.a. | Via Firenze, 34 – 20060 Trezzano Rosa (MI) | Partita Iva: 00714820156 | PrivacyCookie Policy | Credits: Digital for Business