I RIMEDI OMEOPATICI

Magnesia phosphorica

Magnesia phosphorica è un rimedio omeopatico derivato dal fosfato di magnesio. Viene impiegato principalmente per la cura di malattie che interessano le terminazioni nervose dei muscoli e lo stesso tessuto muscolare, come per esempio crampi, spasmi, nevralgie e un forte senso di costrizione.

Fosfato di magnesio e magnesio

Il fosfato di magnesio è il sale di magnesio dell’acido fosforico. Si tratta di un prodotto acidificante ampiamente utilizzato, anche in concomitanza con altri additivi.
Il fosfato di magnesio è utilizzato come emulsionante, come coadiuvante dei composti antiossidanti e come “anti-grumi”.
È anche usato come sale di magnesio nei cibi funzionali e come integratore di alimenti. Inoltre può far parte delle sostanze presenti in alcuni prodotti da panetteria.
In ogni caso è bene ricordare che il suo uso è limitato per scongiurare una deficienza di calcio.

 

Il magnesio, invece, allo stato puro è un minerale lucente e di colore argenteo che all’aria diventa opaco a causa dell’ossidazione. Questo minerale, facilmente infiammabile, costituisce circa il 2,3% della crosta terrestre sotto forma di composti diversi (carbonati, ossidi, solfati, silicati e cloruri).
Le sue proprietà favoriscono il benessere fisico: infatti è in grado di prevenire numerosi disturbi di salute e promuovere una vasta gamma di funzioni biologiche che coinvolgono tutto il corpo come muscoli, nervi, apparato digerente e cardiaco.
Il magnesio aiuta ad abbassare la pressione del sangue e a ristabilire l’equilibrio del sistema nervoso. Dato che il nostro corpo non è in grado di produrre da se il magnesio è necessario assumerlo attraverso un’alimentazione sana e equilibrata.

Magnesia phosphorica: rimedio omeopatico

La preparazione omeopatica di Magnesia phosphorica si ottiene per triturazione dell’elemento.  Magnesia phosphorica svolge un’azione molto importante sul sistema nervoso centrale, sui nervi periferici e sui muscoli. Inoltre il rimedio agisce su un piano cellulare: armonizza il metabolismo e ha un effetto equilibrante sul tono muscolare, perché è in grado di sciogliere i crampi e i blocchi, causa spesso di disturbi nervosi e stati di esaurimento.
Il rimedio viene dunque impiegato principalmente in casi di:

  • dismenorrea, con dolori che diminuiscono di intensità con l’inizio del flusso
  • dolori notturni che migliorano con il calore o con la pressione
  • stati di intenso eretismo nervoso con tendenza alle crisi convulsive

È indicato: nei casi acuti e cronici, nei bambini, nei soggetti eccitabili che presentano una mimica e una gestualità molto animati ma al contempo piuttosto lenti dal punto di vista intellettivo e predisposti a spasmi e nevralgie.

Magnesia phosphorica nei casi di dismenorrea

La mestruazione è la fase del ciclo mestruale in cui è presente il flusso ematico. Questa fase (detta menorrea) deriva dall’espulsione di quello strato superficiale dell’endometrio che si forma durante tutto il ciclo.

 

La fase mestruale è spesso accompagnata e preceduta da un enorme corollario di sintomi che possono variare da donna a donna, in quanto molto soggettivi. In particolare l’insieme dei sintomi che precedono le mestruazioni fa parte della cosiddetta sindrome premestruale. Non tutte le donne ne soffrono ma è disturbo molto frequente caratterizzato principalmente da fenomeni di tipo emotivo. Durante questa fase, infatti, la donna soffre di ansia, irritabilità, instabilità dell’umore e nervosismo.
La dismenorrea invece è il dolore, più o meno acuto, che precede e/o accompagna la mestruazione. Solitamente si localizza nella regione pelvica e addominale ed è accompagnata da malessere generale e turbe vascolari.
Anche questo disturbo è molto soggettivo e non tutte le donne ne soffrono, ma nonostante questo è comunque molto frequente tanto che interessa l’80% delle donne con mestruazioni.
Essendo un disturbo estremamente personale è difficile individuare una causa scatenante, spesso però deriva da disfunzioni ovariche, da alterazioni dell’utero o da squilibri ormonali.

 

In caso di patologie legate alla sfera ginecologica l’Omeopatia può rappresentare un’interessante soluzione. Ad esempio Magnesia phosphorica è utile proprio in caso di dismenorrea quando è presente un forte dolore di tipo crampoide che può iniziare prima della mestruazione vera e propria. In questo caso i crampi e gli spasmi sono accompagnati da una sensazione di irrigidimento e peggiorano la notte e con il freddo.

Magnesia phosphorica: tipo costituzionale

Il soggetto costituzionale Magnesia phosphorica presenta solitamente una carnagione scura, è stanco, emaciato e ha un temperamento molto nervoso.
Ecco di seguito i suoi sintomi principali:

 

Sintomi generali

Fanno parte dei sintomi generali: coliche, corea, crampo dello scrivano, dismenorrea, emicrania, mal di denti, nevralgia, sciatica.

 

Sintomi Locali

  • Testa: cefalea peggiorata dal freddo, nevralgia N. faciale destro, odontalgia
  • Gastrointestinale: coliche addominali che migliorano bevendo liquidi caldi, dolori addominali in genere, migliorati piegandosi in due
  • Urogenitale: dismenorrea migliorata dal calore e dalla pressione.

 

Sintomi Mentali

Tra i sintomi mentali più comuni rientrano irritabilità e ipersensibilità.

 

Infine i sintomi peggiorano con il freddo, con bagni freddi, con l’aria fredda e sul lato destro; al contrario migliorano con il calore, con la pressione locale e con il massaggio.

Scopriamo i rimedi fondamentali della Medicina Omeopatica

VUOI CONOSCERE ALTRO SUL MONDO DELL'OMEOPATIA?
ALLORA CONTINUA A LEGGERE!

Curarsi con l'Omeopatia

Viaggio nell'Omeopatia

Hai letto l'ultimo articolo?

Hai letto l'ultimo articolo?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vuoi essere avvisato ogni mese sulle uscite dei nuovi numeri
del fumetto o sugli ultimi tutorial pubblicati? Allora che aspetti, iscriviti!

IMO S.p.a. | Via Firenze, 34 – 20060 Trezzano Rosa (MI) | Partita Iva: 00714820156 | PrivacyCookie Policy | Credits: Digital for Business